Vittoria storica per il Cassano Magnago Handball Club che vincendo lo scudetto nella categoria under15 maschile completa 2 triplette mai realizzate prima nella storia del nostro sport.
La prima è data dalla vittoria nella stessa categoria per tre anni consecutivi (le prime 2 come under14 e da questa stagione diventata under15) e la seconda dalla vittoria nella stessa stagione agonistica degli scudetti categoria under19, under17 ed appunto under15 dalla stessa società.
Proprio il nostro sodalizio era stato il primo a vincere 2 scudetti lo stesso anno nel lontano 1980 con le categorie Juniores es Allievi ed ora a 38 anni di distanza si ripete scrivendo una nuova pagina nella storia della pallamano italiana.
Ripetersi per 3 anni consecutivi non è mai semplice, le squadre avversarie ovviamente si preparano e migliorano anche loro, la tensione dell’essere i favoriti non aiuta ma i nostri coach Matteo Belotti e Davide Kolec (senza dimenticarci Obrad Rocvic che li ha guidati nelle 2 stagioni precedenti) sono riusciti ad incanalare anche le loro emozioni verso il giusto sentiero.
Il calendario ci ha messo subito di fronte un avversario ostico, quel Merano avversario anche nelle finali delle categorie superiori e vincitore dello scudetto Under21 a dimostrazione della bontà della loro scuola pallamanistica. Superato brillantemente questo primo ostacolo e le altre formazioni del nostro girone (Serra Fasano e Fondi) si comincia ad affrontare squadre via via più toste e complicate nei turni ad eliminazione diretta.
La Scuola Pallamano Modena nei quarti si rivela un ostacolo quasi insormontabile, i nostri ragazzi faticano a superare la loro difesa e soprattutto il loro portiere è autore di una partita spettacolare. Ma anche la nostra retroguardia non è da meno e riusciamo a portare a casa la vittoria seppure con un punteggio molto basso (13-9).
In semifinale contro Lions Teramo si torna a mettere in campo una maggior disinvoltura allungando fin dalle prime battute del match e chiudendo abbastanza nettamente sul risultato di 23-13.
La finale contro Brixen è poi un apoteosi di tutta la nostra tecnica e tattica, solo nei primi minuti di gioco gli altoatesini riescono, sfruttando la loro maggior prestanza fisica ed altezza media, a contenere il gioco dei nostri ragazzi, poi però con il passare dei minuti i cassanesi, a suon di contropiedi ed azioni veloci, cambi di direzione fulminanti e tiri acrobatici, riescono ad allungare in maniera progressiva e costante nel punteggio fino al 39-27 finale che non lascia dubbi sulla superiorità dei nostri ragazzi
Si conclude così una una fantastica doppia tripletta, a cui vanno aggiunti anche un bronzo per l’under19F ed un argento per l’under15F, che certifica in maniera netta la bontà del nostro settore giovanile, fiore all’occhiello delle nostra realtà pallamanistica.