E’ tutta nel titolo l’essenza di questo sport, capace di regalare emozioni per tutti i 3600 secondi di durata di ogni partita e di premiare chi vuole fortissimamente portare a casa i 2 punti in palio e non si arrende alle difficoltà che l’avversario gli pone davanti.
Ed è quello che hanno fatto le nostre ragazze, capaci di restare agganciate al match anche quando il Brixen sembrava averne di più. Partita che inizia con ritmi altissimi e con una parità sostanziale tra le 2 squadre anche se le altoatesine sembrano più continue nel rendimento mentre le cassanesi vanno ad ondate alternando buone fasi di gioco a brevi pause che però permettevano al Brixen di mettere a segno un mini break sul finire del primo tempo e si andava al riposo con il punteggio di 11-14.
Dopo l’intervallo le ragazze biancoamaranto ritrovavano finalmente la continuità di gioco smarrita e cominciavano una lenta ed estenuante rincorsa che si concretizzava solo al 48° minuto sul 21 pari con una delle 6 reti di giornata di capitan Bagnaschi. Ma la strada era ancora lunga e le brissinesi si riportavano nuovamente avanti di 3 reti sul tabellone quando a 5 minuti dal termine sul 23-26 coach Milanovic chiamava timeout per dare indicazioni che si rivelano decisive.
E si, perchè le nostre ragazze a questo punto rientravano sul terreno di gioco se possibile ancora più determinate e recuperavano nuovamente il distacco concedendo una sola rete alle avversarie.
E arriviamo all’ultimo minuto da cardiopalma… 27 pari, Brixen al tiro, parata della giovanissima Arianna Ponti con Madella che si butta per recuperare la respinta, attacco Cassano che perde palla in malo modo, contropiede Brixen ed autentico PARATONE ancora di Arianna, un punto è in cassaforte ma ci sono ancora 20 secondi da giocare… seconda fase con Cobianchi in penetrazione, fallo da rigore, va sui sette metri Bianca Del Balzo per la realizzazione definitiva, 28-27 e può esplodere la gioia del pubblico presente che dopo l’ 1-0 iniziale ha dovuto attendere il minuto 59’56" per vedere finalmente di nuovo avanti nel punteggio le atlete di casa ma l’attesa ne è sicuramente valsa la pena!